Alla ricerca del Paradiso Perduto ovvero I Dialoghi di un by Guido Landolina

Alla ricerca del Paradiso Perduto ovvero I Dialoghi di un by Guido Landolina

By Guido Landolina

Show description

Read or Download Alla ricerca del Paradiso Perduto ovvero I Dialoghi di un Catecumeno, 2 PDF

Best italian books

Extra resources for Alla ricerca del Paradiso Perduto ovvero I Dialoghi di un Catecumeno, 2

Sample text

Valtorta: 'Il Poema dell'Uomo-Dio', Vol. I, Cap. 24, pagg. 106/110) - Centro Editoriale Valtortiano) 66. Dio fece l'uomo dominatore su tutto quanto era sulla terra... Gesù, in questo Capitolo del 'Poema', spiega alla Valtorta e rimprovera il fatto che gli uomini scambino i racconti dela Genesi per 'favole', perchè la loro anima, lontana da Dio, non sa coglierne le 'ispirazioni'. Quando la Genesi - continua Gesù – dice che 'Dio fece l' uomo dominatore su tutto quanto era sulla terra', ossia su tutto meno che su Dio ed i suoi angelici ministri, quel termine: 'dominare su tutto', significava che l'uomo avrebbe dovuto dominare sui suoi tre stati: lo stato inferiore, animale; lo stato di mezzo, morale; lo stato superiore, spirituale.

Ma la sessualità, non l'Amore, contribuisce fortemente allo sviluppo della fame, non tanto nelle nazioni che voi chiamate progredite (chè progredite non sono se non sul piano della carnalità) quanto nelle nazioni 'depresse'. In esse, prive dell'illuminazione cristiana e per istinti più bassi - non tanto nel senso morale quanto in quello cosiddetto animale - prevale la carnalità e la ricerca di piaceri forti, grassi, dove la soddisfazione della carne diventa - oltre che un assecondamento di istinti non educati - un mezzo per diffondere la fame e quindi, come già detto sopra, la sofferenza.

A dir la verità, io mi sono ripetutamente chiesto come mai da una disubbidienza che non ci sembra tutto sommato tanto importante siano derivate per l' Umanità conseguenze così gravi: perdita della Grazia, perdita conseguente della salute fisica, di quella morale e spirituale, e pertanto dolore e morte. Ma Gesù spiega ora - ed io mi rendo conto che ero così ricaduto in un modo di ragionare 'umano' - che la disubbidienza dei due non sarebbe oggettivamente grave per l' uomo di adesso, che è un uomo decaduto, succube dell'io e delle tentazioni del Mondo e di Satana, dallo spirito debole ed incapace di reagire, ma lo fu per i primi due che invece ebbero la pienezza della Grazia e con essa il dominio dell'io.

Download PDF sample

Rated 4.27 of 5 – based on 17 votes
Comments are closed.